Progetto  PREMI:  Plafond per il Risparmio Energetico del Made in Italy

 

Settore: Efficienza Energetica

Sponsor: Arpinge (100%)

 

Breve descrizione 

Il Consiglio di Amministrazione di Arpinge ha approvato un plafond di investimento dotato di € 15 milioni per interventi di efficientamento energetico a beneficio di imprese industriali “energivore”, con solidi programmi di crescita e conti in ordine. Un progetto di sostegno alla competitività del nostro tessuto produttivo, soprattutto per la parte esposta sui mercati esteri.

Arpinge conferma così la propria vocazione per l’economia reale, a supporto della spending review dei costi energetici delle imprese strategiche, con particolare interesse al settore agro-alimentare o alle realtà con forte propensione all’export.

Il progetto è aperto alla collaborazione con promotori di natura tecnica – inclusi professionisti anche associati in ATI tra loro, ed ESCO – che potranno proporre operazioni specifiche curando la progettazione, l’installazione e la gestione degli impianti necessari. L’impresa “cliente”, a sua volta, dovrà poi versare un corrispettivo periodico ad Arpinge per rimborsare l’investimento effettuato e remunerare l’operazione, sulla base dei risparmi energetici effettivamente conseguiti. Le iniziative sono selezionate previa valutazione della solidità dell’azienda e della sostenibilità dei risparmi energetici assunti come obiettivo, con possibili componenti aggiuntive derivanti da incentivi quali Certificati Bianchi o Conto Termico.

Per dare al programma efficacia e rapidità, Arpinge ha prestabilito:

1) I termini standard dell’accordo quadro con i promotori tecnici, che vengono coinvolti in partnership nel rischio del progetto (allegato A);

2) I criteri inerenti il sistema di rating interno per valutare i termini e le condizioni degli interventi, parametrati al diverso merito di credito delle singole imprese target (allegato B).

3) La dimensione degli interventi ammissibili, superiore ad un valore di investimento minimo per impresa “cliente” compreso tra € 800.000 e € 1.200.000, a seconda della tipologia di progetto.

Come in tutte le iniziative di Arpinge, tra i prerequisiti necessari per poter operare con la società l’esigenza per tutti i professionisti coinvolti di dimostrare la rispettiva regolarità contributiva non solo al momento del pagamento di ciascun corrispettivo maturato, ma anche inizialmente, in fase di conferimento dell’incarico.

Sulla base di questo lavoro, Arpinge ha già sottoscritto un primo accordo di partnership e sta valutando alcune iniziative a vari stadi di maturità, principalmente di interventi di cogenerazione e/o efficientamento di macchinari e processi aziendali.

In allegato si riporta una scheda riassuntiva dei criteri sopra menzionati che illustra la logica dell’iniziativa e i benefici per le parti interessate.